Piccolo Atelier Sperimentale: Impronte di natura

Gli elementi naturali possono creare immagini astratte e decorative. Indaghiamo motivi e trame creati da foglie, fiori, arbusti.

Età: 3 - 10 ANNI

Durata: 2 ore

Finalità del laboratorio

Trasformare la natura in un affascinante strumento di stampa, imprimendo direttamente su carta o stoffa le "impronte" degli elementi scelti.

Obiettivi

Accrescere le capacità di riconoscimento delle forme semplici alla base delle strutture botaniche.

Stimolare nel bambino la fantasia attraverso la creazione di motivi decorativi che si discostano sempre più dall'imagine reale.

Consolidare le capacità percettive stimolando il riconoscimento di pieni/ vuoti, figure e sfondo.

Coltivare lo sviluppoo di composizioni armoniche stilizzate nel bianco e nero, per poi dare spazio all'emozione con il colore.


La stampa d'Arte

Dettaglio di un'opera di Louis Rhead

La stampa è procedimento attraverso cui si producono delle immagini partendo da una matrice, cioè una forma creata dall'alternanza di pieni e vuoti. Da questa si ottengono diverse copie dello stesso soggetto.

Le tecniche di stampa possono essere molto diverse tra loro (in cavo e a rilievo) e prendono il nome quasi sempre dal materiale su cui si realizza il soggetto da riprodurre.

Tra queste ricordiamo: la litografia (matrice su pietra) e la xilografia (tra le più antiche, ottenuta incidendo il legno); l'incisione a bulino che con acquaforte, acquatinta, mezzotinto e punatsecca prevede l'incisione su una lastra di metallo. Di origine antica, ma portata alla fama dalla Pop Art è la serigrafia, che prevede l'uso di un telaio (in origine di seta, da cui il nome) in cui alcune zone vengono trattate rese impermeabili, in modo che il colore passi attraverso quelle libere.

La linoleografia è una tecnica più recente (risale ai primi del 1900 ed è stata molto utilizzata da Matisse e Picasso. Quest'ultimo ha affinato una tecnica "a matrice persa" in cui l'intaglio si modifica dopo ogni inchiostratura per permettere la stampa con più colori.


Curiosità

Legni naturali, colori ad acqua e carta fatta a mano sono gli ingredienti alla base della xilografia giapponese.

La tecnica, importata dalla Cina, ha prodotto opere uniche al mondo, sia per i soggetti molto iconici che per la bellezza e la particolarità dei colori risultanti.

In Europa la stampa raggiunge il massimo splendore nell'epoca dell'industrializzazione: motivi geometrici e floreali stilizzati vengono riportati in modo seriale su stoffe, oggetti, carte da parati; si diffonde l'uso di piccoli volumi che raccolgono le produzioni più artistiche, i così detti bookplate e per le strade i manifesti stampati aprono la via alla moderna comunicazione grafica pubblicitaria.

Approfondimenti